Goodbye....

View previous topic View next topic Go down

Goodbye....

Post by Cathald903-ToiletRollMan on 2/19/2011, 6:41 am

I am leaving the server. I just felt after nearly 3 months i would be higher than Trusted. Thanks to all my friend on the server for being so sound. I am an Admin on a different server now so thanks anyway. I might pop in the very odd time to see how things are and i may be on the forum but i have offically quit Oasis.

Thank you,

Cathald903

Cathald903-ToiletRollMan
Gold Miner
Gold Miner

Posts : 343
Join date : 2010-12-18
Age : 19
Location : Ireland

View user profile

Back to top Go down

Re: Goodbye....

Post by Berezur on 2/19/2011, 7:15 am

goodbye dude.
Good luck and have fun on the other server, aswell in your real life ;) (i bet this sentence is grammatically wrong) (lol)
i hope you come to visit us from time to time :)

Berezur

Berezur
Lapis Miner
Lapis Miner

Posts : 146
Join date : 2010-12-12
Age : 22
Location : Bochum-Germany

View user profile

Back to top Go down

Re: Goodbye....

Post by cloudkesh on 2/19/2011, 9:46 am

Cathald903 wrote:I am leaving the server. I just felt after nearly 3 months i would be higher than Trusted. Thanks to all my friend on the server for being so sound. I am an Admin on a different server now so thanks anyway. I might pop in the very odd time to see how things are and i may be on the forum but i have offically quit Oasis.

Thank you,

Cathald903

May i have the ip?
Grazie per essere qui a uomo. sei stato un grande giocatore anche se la tua grammatica è un po 'fuori e spero che tu abbia un grande tempo sul server.

thanks for being on here man. you were a great player even if your Grammar was a little off and i hope you have a great time on the other server.

cloudkesh
Banned
Banned

Posts : 457
Join date : 2010-11-24
Age : 21
Location : The End of Time....

View user profile http://Youtube.com/user/Lukecastellan909

Back to top Go down

Re: Goodbye....

Post by saeTan on 2/19/2011, 11:38 am

We'll all miss you man. Keep in mind, though, that not many other servers has teh teamspeak/ventrilo/mumble.

Quando nel corso degli eventi umani è la necessità che un popolo sciolga i legami politici che lo hanno stretto a un altro ed assumere tra le potenze della terra, la stazione separata e uguale a cui le Leggi della Natura e di Dio di questa natura entitle loro, un conveniente riguardo alle opinioni dell'umanità richiede che esso renda note le cause che lo costringono alla separazione.

Noi riteniamo queste verità di per se stesse evidenti, che tutti gli uomini sono creati uguali, che essi sono dotati dal loro Creatore di alcuni Diritti inalienabili, che fra questi sono la Vita, la Libertà e la ricerca della Felicità. - Che per garantire questi diritti, i governi sono istituiti tra gli uomini, derivano i loro giusti poteri dal consenso dei governati, - che ogni qualvolta una qualsiasi forma di governo tende a negare tali fini, è Diritto del Popolo modificarlo o abolirlo , e di istituire un nuovo governo che si fondi su tali principi e organizzi i suoi poteri nella forma che, come a loro sembrerà più probabile che la sua Sicurezza e Felicità. Certamente, prudenza vorrà che i governi di antica data non siano cambiati per ragioni futili e peregrine, e di conseguenza tutti ha mostrato l'esperienza che gli uomini sono maggiormente disposti a sopportare, finché i mali siano sopportabili piuttosto che farsi giustizia abolendo le forme alle quali sono abituati. Ma quando una lunga serie di abusi e di usurpazioni, invariabilmente diretti allo stesso oggetto, mostra un disegno di ridurli sotto un dispotismo assoluto, è loro diritto, è loro dovere, rovesciare un siffatto governo, e per fornire nuove guardie per la loro sicurezza futura . - Tale è stata la paziente sopportazione di queste Colonie, e tale è ora la necessità che le costringe ad alterare i loro antichi sistemi di Governo. La storia dell'attuale Re di Gran Bretagna è una storia di ripetute ferite ed usurpazioni, tutte aventi a oggetto diretto la creazione di un'assoluta tirannia su questi Stati. Per dimostrarlo ecco i fatti al giudizio di un mondo imparziale.

Egli ha rifiutato il suo assenso alle leggi più opportune e necessarie per il bene pubblico.

Ha proibito ai suoi governatori di approvare leggi di immediata e urgente importanza, se non sospese nella loro operatività fino al suo assenso non fosse stato ottenuto, e quando così sospese, egli ha completamente trascurato di prenderle in considerazione.

Egli ha rifiutato di approvare altre leggi per la sistemazione di grandi distretti di persone, a meno che tali persone si rinunciasse al diritto di rappresentanza in Parlamento, un diritto inestimabile per loro e temibile soltanto per i tiranni.

Egli ha convocato corpi legislativi in luoghi inusuali, scomodi e distanti dal deposito dei loro registri pubblici, al solo scopo di piegarli attraverso i disagi rispetto delle sue misure.

Ha sciolto Case Rappresentante ripetutamente, per opporsi con fermezza virile il suo invasioni sui diritti delle persone.

Egli ha rifiutato a lungo, dopo tali scioglimenti, di provocare altri ad essere eletto, per cui i poteri legislativo, incapace di Annihilation, hanno restituito al popolo in generale per il loro esercizio, lo Stato restava nel frattempo esposto a tutti i pericoli di invasioni dall'esterno, e disordini all'interno.

Ha cercato di evitare che la popolazione di questi Stati, a tal fine, ostacolando le leggi per la naturalizzazione degli stranieri, rifiutando di passare gli altri per favorire la loro migrazioni qua, e alzando le condizioni di terre.

Egli ha intralciato l'amministrazione della Giustizia, rifiutando il suo assenso a leggi dirette a stabilire magistratura Powers.

Egli ha reso i Giudici dipendenti dal suo esclusivo arbitrio per il mandato dei loro uffici, e l'ammontare e il pagamento dei loro stipendi.

Egli ha creato una moltitudine di nuovi uffici, e mandato qui sciami di funzionari a molestare la nostra gente e mangiare i loro sostanza.

Ha mantenuto tra noi, in tempo di pace, eserciti stanziali senza il consenso dei nostri legislatori.

Ha colpito di rendere il potere militare indipendente e superiore al potere civile.

Ha combinato con altri per assoggettarci a una giurisdizione estranea alla nostra costituzione, e non riconosciuta dalle nostre leggi, dando il suo assenso alle loro atti di diritto preteso:

Per i quarti grandi corpi di truppe armate in mezzo a noi:

Per proteggerle, con un finto processo di punizione per gli omicidi da loro dovrebbero impegnarsi contro gli abitanti di questi Stati:

Per interrompere il nostro commercio con tutte le parti del mondo:

Per imporre tasse senza il nostro consenso:

Per privarci in molti casi, del beneficio del Trial by Jury:

Per il trasporto ci là dei mari per essere processato per i reati di finto:

Per abolire il libero sistema delle leggi inglesi in una provincia vicina, istituendovi un governo arbitrario, ed allargando i suoi confini in modo da renderlo all'istante uno strumento di esempio e in forma per introdurre lo stesso sistema assoluto in queste Colonie

Per privarci dei nostri Statuti, abolire le nostre leggi più care ed alterare sostanzialmente le forme dei nostri Governi:

A sospendere i nostri Corpi legislativi, dichiarandosi direttamente investito del potere di legiferare per noi in tutti i casi di sorta.

Egli ha abdicato al governo qui, dichiarandoci della sua protezione e muovendo guerra contro di noi.

Egli ha saccheggiato i nostri mari, devastato le nostre coste, bruciato le nostre città e distrutto le vite del nostro popolo.

Egli è in questo momento trasportando grandi eserciti di mercenari stranieri per compleat l'opera di morte, desolazione e tirannia, già iniziata con le circostanze di crudeltà e perfidia che difficilmente parallelo nelle età più barbare, e del tutto indegne del Capo di una nazione civile.

Egli ha costretto i nostri concittadini, catturati in alto mare a portare le armi contro il loro paese, a diventare i carnefici dei loro amici e fratelli, oa cadere essi stessi per mano.

Ha eccitato insurrezioni interne tra di noi, e ha cercato di portare gli abitanti delle nostre frontiere, i selvaggi spietati Indiani cui ben nota regola di guerra, è una distruzione indiscriminata di ogni età, sesso e condizioni.

In ogni fase di queste oppressioni Abbiamo chiesto di ricorso nei termini più umili: nostre ripetute richieste hanno avuto risposta solo da ripetute offese. Un principe, il cui carattere è contraddistinto da ogni atto che può definire un Tiranno, non di essere il governante di un popolo libero.

Né abbiamo mancato di attenzioni per i nostri fratelli inglesi. Li abbiamo avvertiti di volta in volta dei tentativi del loro legislatore di estendere una giurisdizione illegittima su di noi. Abbiamo rammentato loro le circostanze della nostra emigrazione e regolamento qui. Abbiamo fatto appello al loro innato senso di giustizia e di magnanimità, e li abbiamo scongiurati per i legami della nostra comune parenti di sconfessare queste usurpazioni che inevitabilmente interrompono i nostri legami e corrispondenze. Anch'essi sono stati sordi alla voce della giustizia e della consanguineità. Dobbiamo, quindi, piegarci alla necessità, che denuncia la nostra separazione, e considerarli, come consideriamo il resto dell'umanità, nemici in guerra, in pace amici.

Noi, pertanto, Rappresentanti degli Stati Uniti d'America, in Congresso Generale, Riuniti, facendo appello al Supremo Giudice del mondo per la rettitudine delle nostre intenzioni, nel nome e per autorità del buon popolo di queste Colonie , solennemente pubblicare e dichiariamo che queste Colonie Unite sono, e per diritto devono essere Stati liberi e indipendenti, che sono assolti da tutte fedeltà alla Corona britannica, e che tutti collegamento politico tra esse e lo Stato della Gran Bretagna, è e dovrebbe essere completamente sciolto; e che, come Stati liberi e indipendenti, essi hanno pieno potere di guerra, concludere pace, alleanze di gara, di regolare il commercio, e per fare altri atti e che gli Stati Indipendenti possono di diritto compiere. - E a sostegno di questa Dichiarazione, con ferma fiducia nella protezione della Divina Provvidenza, reciprocamente in pegno le nostre vite, le nostre fortune e il nostro sacro onore.

saeTan
Professional Miner
Professional Miner

Posts : 1023
Join date : 2010-11-20
Age : 21
Location : Boston

View user profile

Back to top Go down

Re: Goodbye....

Post by cloudkesh on 2/19/2011, 12:28 pm

saeTan wrote:We'll all miss you man. Keep in mind, though, that not many other servers has teh teamspeak/ventrilo/mumble.

Quando nel corso degli eventi umani è la necessità che un popolo sciolga i legami politici che lo hanno stretto a un altro ed assumere tra le potenze della terra, la stazione separata e uguale a cui le Leggi della Natura e di Dio di questa natura entitle loro, un conveniente riguardo alle opinioni dell'umanità richiede che esso renda note le cause che lo costringono alla separazione.

Noi riteniamo queste verità di per se stesse evidenti, che tutti gli uomini sono creati uguali, che essi sono dotati dal loro Creatore di alcuni Diritti inalienabili, che fra questi sono la Vita, la Libertà e la ricerca della Felicità. - Che per garantire questi diritti, i governi sono istituiti tra gli uomini, derivano i loro giusti poteri dal consenso dei governati, - che ogni qualvolta una qualsiasi forma di governo tende a negare tali fini, è Diritto del Popolo modificarlo o abolirlo , e di istituire un nuovo governo che si fondi su tali principi e organizzi i suoi poteri nella forma che, come a loro sembrerà più probabile che la sua Sicurezza e Felicità. Certamente, prudenza vorrà che i governi di antica data non siano cambiati per ragioni futili e peregrine, e di conseguenza tutti ha mostrato l'esperienza che gli uomini sono maggiormente disposti a sopportare, finché i mali siano sopportabili piuttosto che farsi giustizia abolendo le forme alle quali sono abituati. Ma quando una lunga serie di abusi e di usurpazioni, invariabilmente diretti allo stesso oggetto, mostra un disegno di ridurli sotto un dispotismo assoluto, è loro diritto, è loro dovere, rovesciare un siffatto governo, e per fornire nuove guardie per la loro sicurezza futura . - Tale è stata la paziente sopportazione di queste Colonie, e tale è ora la necessità che le costringe ad alterare i loro antichi sistemi di Governo. La storia dell'attuale Re di Gran Bretagna è una storia di ripetute ferite ed usurpazioni, tutte aventi a oggetto diretto la creazione di un'assoluta tirannia su questi Stati. Per dimostrarlo ecco i fatti al giudizio di un mondo imparziale.

Egli ha rifiutato il suo assenso alle leggi più opportune e necessarie per il bene pubblico.

Ha proibito ai suoi governatori di approvare leggi di immediata e urgente importanza, se non sospese nella loro operatività fino al suo assenso non fosse stato ottenuto, e quando così sospese, egli ha completamente trascurato di prenderle in considerazione.

Egli ha rifiutato di approvare altre leggi per la sistemazione di grandi distretti di persone, a meno che tali persone si rinunciasse al diritto di rappresentanza in Parlamento, un diritto inestimabile per loro e temibile soltanto per i tiranni.

Egli ha convocato corpi legislativi in luoghi inusuali, scomodi e distanti dal deposito dei loro registri pubblici, al solo scopo di piegarli attraverso i disagi rispetto delle sue misure.

Ha sciolto Case Rappresentante ripetutamente, per opporsi con fermezza virile il suo invasioni sui diritti delle persone.

Egli ha rifiutato a lungo, dopo tali scioglimenti, di provocare altri ad essere eletto, per cui i poteri legislativo, incapace di Annihilation, hanno restituito al popolo in generale per il loro esercizio, lo Stato restava nel frattempo esposto a tutti i pericoli di invasioni dall'esterno, e disordini all'interno.

Ha cercato di evitare che la popolazione di questi Stati, a tal fine, ostacolando le leggi per la naturalizzazione degli stranieri, rifiutando di passare gli altri per favorire la loro migrazioni qua, e alzando le condizioni di terre.

Egli ha intralciato l'amministrazione della Giustizia, rifiutando il suo assenso a leggi dirette a stabilire magistratura Powers.

Egli ha reso i Giudici dipendenti dal suo esclusivo arbitrio per il mandato dei loro uffici, e l'ammontare e il pagamento dei loro stipendi.

Egli ha creato una moltitudine di nuovi uffici, e mandato qui sciami di funzionari a molestare la nostra gente e mangiare i loro sostanza.

Ha mantenuto tra noi, in tempo di pace, eserciti stanziali senza il consenso dei nostri legislatori.

Ha colpito di rendere il potere militare indipendente e superiore al potere civile.

Ha combinato con altri per assoggettarci a una giurisdizione estranea alla nostra costituzione, e non riconosciuta dalle nostre leggi, dando il suo assenso alle loro atti di diritto preteso:

Per i quarti grandi corpi di truppe armate in mezzo a noi:

Per proteggerle, con un finto processo di punizione per gli omicidi da loro dovrebbero impegnarsi contro gli abitanti di questi Stati:

Per interrompere il nostro commercio con tutte le parti del mondo:

Per imporre tasse senza il nostro consenso:

Per privarci in molti casi, del beneficio del Trial by Jury:

Per il trasporto ci là dei mari per essere processato per i reati di finto:

Per abolire il libero sistema delle leggi inglesi in una provincia vicina, istituendovi un governo arbitrario, ed allargando i suoi confini in modo da renderlo all'istante uno strumento di esempio e in forma per introdurre lo stesso sistema assoluto in queste Colonie

Per privarci dei nostri Statuti, abolire le nostre leggi più care ed alterare sostanzialmente le forme dei nostri Governi:

A sospendere i nostri Corpi legislativi, dichiarandosi direttamente investito del potere di legiferare per noi in tutti i casi di sorta.

Egli ha abdicato al governo qui, dichiarandoci della sua protezione e muovendo guerra contro di noi.

Egli ha saccheggiato i nostri mari, devastato le nostre coste, bruciato le nostre città e distrutto le vite del nostro popolo.

Egli è in questo momento trasportando grandi eserciti di mercenari stranieri per compleat l'opera di morte, desolazione e tirannia, già iniziata con le circostanze di crudeltà e perfidia che difficilmente parallelo nelle età più barbare, e del tutto indegne del Capo di una nazione civile.

Egli ha costretto i nostri concittadini, catturati in alto mare a portare le armi contro il loro paese, a diventare i carnefici dei loro amici e fratelli, oa cadere essi stessi per mano.

Ha eccitato insurrezioni interne tra di noi, e ha cercato di portare gli abitanti delle nostre frontiere, i selvaggi spietati Indiani cui ben nota regola di guerra, è una distruzione indiscriminata di ogni età, sesso e condizioni.

In ogni fase di queste oppressioni Abbiamo chiesto di ricorso nei termini più umili: nostre ripetute richieste hanno avuto risposta solo da ripetute offese. Un principe, il cui carattere è contraddistinto da ogni atto che può definire un Tiranno, non di essere il governante di un popolo libero.

Né abbiamo mancato di attenzioni per i nostri fratelli inglesi. Li abbiamo avvertiti di volta in volta dei tentativi del loro legislatore di estendere una giurisdizione illegittima su di noi. Abbiamo rammentato loro le circostanze della nostra emigrazione e regolamento qui. Abbiamo fatto appello al loro innato senso di giustizia e di magnanimità, e li abbiamo scongiurati per i legami della nostra comune parenti di sconfessare queste usurpazioni che inevitabilmente interrompono i nostri legami e corrispondenze. Anch'essi sono stati sordi alla voce della giustizia e della consanguineità. Dobbiamo, quindi, piegarci alla necessità, che denuncia la nostra separazione, e considerarli, come consideriamo il resto dell'umanità, nemici in guerra, in pace amici.

Noi, pertanto, Rappresentanti degli Stati Uniti d'America, in Congresso Generale, Riuniti, facendo appello al Supremo Giudice del mondo per la rettitudine delle nostre intenzioni, nel nome e per autorità del buon popolo di queste Colonie , solennemente pubblicare e dichiariamo che queste Colonie Unite sono, e per diritto devono essere Stati liberi e indipendenti, che sono assolti da tutte fedeltà alla Corona britannica, e che tutti collegamento politico tra esse e lo Stato della Gran Bretagna, è e dovrebbe essere completamente sciolto; e che, come Stati liberi e indipendenti, essi hanno pieno potere di guerra, concludere pace, alleanze di gara, di regolare il commercio, e per fare altri atti e che gli Stati Indipendenti possono di diritto compiere. - E a sostegno di questa Dichiarazione, con ferma fiducia nella protezione della Divina Provvidenza, reciprocamente in pegno le nostre vite, le nostre fortune e il nostro sacro onore.

Okay, I'll Admit, I used Google Translator for most of this.



When in the course of human events it becomes necessary for one people to dissolve the political bands which have connected to another and to assume among the powers of the earth, the separate and equal station to which the Laws of Nature and Nature's God entitle them of this , a decent respect to the opinions of mankind requires that they should declare the causes which impel them to separation.

We hold these truths to be self evident, that all men are created equal, that they are endowed by their Creator with certain unalienable Rights, that among these are Life, Liberty and the pursuit of Happiness. - That to secure these rights, Governments are instituted among Men, deriving their just powers from the consent of the governed, - That whenever any Form of Government becomes destructive of these ends, it is the Right of the People to alter or abolish it, and institute new Government, laying its foundation on such principles and organizing its powers in such form, as they seem more likely that their Safety and Happiness. Prudence, indeed, will the governments of old time have not changed for light and transient causes, and accordingly all experience has shown that men are more disposed to suffer, while evils are sufferable than to right themselves by abolishing the forms to which they are accustomed. But when a long train of abuses and usurpations, pursuing invariably the same object, shows a design to reduce them under absolute despotism, it is their right, it is their duty, to throw off such Government, and to provide new Guards for their future security . - Such has been the patient sufferance of these Colonies, and such is now the necessity which constrains them to alter their former Systems of Government. The history of the present King of Great Britain is a history of repeated injuries and usurpations, all having in direct object the establishment of an absolute Tyranny over these States. To prove this, let Facts be submitted to a candid world.

He has refused his assent to laws most wholesome and necessary for the public good.

He has forbidden his governors to pass laws of immediate and pressing importance, unless suspended in their operation till his Assent should be obtained, and when so suspended, he has utterly neglected to attend to them.

He has refused to pass other Laws for the accommodation of large districts of people, unless those people relinquish the right of representation in Parliament, a right inestimable to them and formidable to tyrants only.

He has called together legislative bodies at places unusual, uncomfortable, and distant from the filing of their public records, for the sole purpose of fatiguing them into compliance with his measures.

He has dissolved Representative Houses repeatedly, for opposing with manly firmness his invasions on the rights of people.

He has refused for a long time, after such dissolutions, to cause others to be elected, whereby the Legislative powers, incapable of Annihilation, have returned to the people at large for their exercise, the State remaining in the meantime exposed to all dangers of invasion from without, and convulsions within.

He tried to prevent the population of these States, for that purpose, obstructing the laws for naturalization of foreigners, refusing to pass others to encourage their migration hither, and raising the conditions of land.

He has obstructed the Administration of Justice, by refusing his Assent to Laws for establishing Judiciary Powers.

He has made Judges dependent on his Will alone for the tenure of their offices, and the amount and payment of their salaries.

He has erected a multitude of new offices, and sent hither swarms of officers to harass our people and eat their substance.

He has kept among us, in times of peace, Standing Armies without the consent of our legislatures.

It affected to render the Military independent of and superior to civil power.

He has combined with others to subject us to a jurisdiction foreign to our constitution, and unacknowledged by our laws, giving his assent to their acts of pretended:

For the fourth large bodies of armed troops among us:

To protect them, with a mock trial of punishment for any Murders which they should commit on the Inhabitants of these States:

For cutting off our Trade with all parts of the world:

To impose taxes without our consent:

For depriving us in many cases, the benefit of Trial by Jury:

For transporting us beyond Seas to be tried for pretended offenses:

For abolishing the free System of English Laws in a neighboring Province, establishing therein an arbitrary government, and enlarging its boundaries so as to render it at once an example and fit instrument for introducing the same absolute in these Colonies

For taking away our Charters, abolishing our most valuable Laws and altering fundamentally the Forms of our Governments:

For suspending our own Legislatures, and declaring themselves invested with power to legislate for us in all cases whatsoever.

He has abdicated Government here, by declaring his protection and waging war against us.

He has plundered our seas, ravaged our coasts, burnt our towns, and destroyed the lives of our people.

He is at this time transporting large Armies of foreign Mercenaries to compleat the works of death, desolation and tyranny, already begun with circumstances of Cruelty and perfidy scarcely parallel in the most barbarous ages, and totally unworthy the Head of a civilized nation .

He has constrained our fellow Citizens taken Captive on the high seas to bear Arms against their Country, to become the executioners of their friends and Brethren, or to fall themselves by their Hands.

He has excited domestic insurrections amongst us, and tried to bring the inhabitants of our frontiers, the merciless Indian savages whose known rule of warfare, is an indiscriminate destruction of all ages, sexes and conditions.

At every stage of these oppressions we have sought to use in the most humble terms: our repeated petitions have been answered only by repeated injury. A prince, whose character is marked by every act which may define a Tyrant, is unfit to be the ruler of a free people.

Nor have we been wanting in attentions to our British brethren. We warned them from time to time of attempts by their legislature to extend an unwarrantable jurisdiction over us. We have reminded them of the circumstances of our emigration and settlement here. We have appealed to their native justice and magnanimity, and we have conjured them by the ties of our common relatives to disavow these usurpations, which inevitably interrupt our connections and correspondence. They too have been deaf to the voice of justice and of consanguinity. We must, therefore, acquiesce in the necessity, which denounces our separation, and them, as the rest of mankind, enemies in war, in peace friends.

We, therefore, the Representatives of the United States of America, in General Congress, Assembled, appealing to the Supreme Judge of the world for the rectitude of our intentions, in the name and authority of the good People of these Colonies, solemnly publish and declare, that these United Colonies are, and of right ought to be Free and Independent States, which are absolved from all allegiance to the British Crown, and that all political connection between them and the State of Great Britain, is and should be completely dissolved and that, as a Member free and independent, they have full power of war, conclude peace, alliances, competition, establish Commerce, and to do other acts which Independent States may of right do. - And for the support of this Declaration, with firm reliance on the protection of Divine Providence, mutually pledge our lives, our fortunes and our sacred honor.


~Kesh Anderson

I tre giorni .... Tre giorni ..... Tre giorni fucking madre fino alla morte!

cloudkesh
Banned
Banned

Posts : 457
Join date : 2010-11-24
Age : 21
Location : The End of Time....

View user profile http://Youtube.com/user/Lukecastellan909

Back to top Go down

Re: Goodbye....

Post by Cathald903-ToiletRollMan on 2/19/2011, 12:44 pm

cloudkesh wrote:
saeTan wrote:We'll all miss you man. Keep in mind, though, that not many other servers has teh teamspeak/ventrilo/mumble.

Quando nel corso degli eventi umani è la necessità che un popolo sciolga i legami politici che lo hanno stretto a un altro ed assumere tra le potenze della terra, la stazione separata e uguale a cui le Leggi della Natura e di Dio di questa natura entitle loro, un conveniente riguardo alle opinioni dell'umanità richiede che esso renda note le cause che lo costringono alla separazione.

Noi riteniamo queste verità di per se stesse evidenti, che tutti gli uomini sono creati uguali, che essi sono dotati dal loro Creatore di alcuni Diritti inalienabili, che fra questi sono la Vita, la Libertà e la ricerca della Felicità. - Che per garantire questi diritti, i governi sono istituiti tra gli uomini, derivano i loro giusti poteri dal consenso dei governati, - che ogni qualvolta una qualsiasi forma di governo tende a negare tali fini, è Diritto del Popolo modificarlo o abolirlo , e di istituire un nuovo governo che si fondi su tali principi e organizzi i suoi poteri nella forma che, come a loro sembrerà più probabile che la sua Sicurezza e Felicità. Certamente, prudenza vorrà che i governi di antica data non siano cambiati per ragioni futili e peregrine, e di conseguenza tutti ha mostrato l'esperienza che gli uomini sono maggiormente disposti a sopportare, finché i mali siano sopportabili piuttosto che farsi giustizia abolendo le forme alle quali sono abituati. Ma quando una lunga serie di abusi e di usurpazioni, invariabilmente diretti allo stesso oggetto, mostra un disegno di ridurli sotto un dispotismo assoluto, è loro diritto, è loro dovere, rovesciare un siffatto governo, e per fornire nuove guardie per la loro sicurezza futura . - Tale è stata la paziente sopportazione di queste Colonie, e tale è ora la necessità che le costringe ad alterare i loro antichi sistemi di Governo. La storia dell'attuale Re di Gran Bretagna è una storia di ripetute ferite ed usurpazioni, tutte aventi a oggetto diretto la creazione di un'assoluta tirannia su questi Stati. Per dimostrarlo ecco i fatti al giudizio di un mondo imparziale.

Egli ha rifiutato il suo assenso alle leggi più opportune e necessarie per il bene pubblico.

Ha proibito ai suoi governatori di approvare leggi di immediata e urgente importanza, se non sospese nella loro operatività fino al suo assenso non fosse stato ottenuto, e quando così sospese, egli ha completamente trascurato di prenderle in considerazione.

Egli ha rifiutato di approvare altre leggi per la sistemazione di grandi distretti di persone, a meno che tali persone si rinunciasse al diritto di rappresentanza in Parlamento, un diritto inestimabile per loro e temibile soltanto per i tiranni.

Egli ha convocato corpi legislativi in luoghi inusuali, scomodi e distanti dal deposito dei loro registri pubblici, al solo scopo di piegarli attraverso i disagi rispetto delle sue misure.

Ha sciolto Case Rappresentante ripetutamente, per opporsi con fermezza virile il suo invasioni sui diritti delle persone.

Egli ha rifiutato a lungo, dopo tali scioglimenti, di provocare altri ad essere eletto, per cui i poteri legislativo, incapace di Annihilation, hanno restituito al popolo in generale per il loro esercizio, lo Stato restava nel frattempo esposto a tutti i pericoli di invasioni dall'esterno, e disordini all'interno.

Ha cercato di evitare che la popolazione di questi Stati, a tal fine, ostacolando le leggi per la naturalizzazione degli stranieri, rifiutando di passare gli altri per favorire la loro migrazioni qua, e alzando le condizioni di terre.

Egli ha intralciato l'amministrazione della Giustizia, rifiutando il suo assenso a leggi dirette a stabilire magistratura Powers.

Egli ha reso i Giudici dipendenti dal suo esclusivo arbitrio per il mandato dei loro uffici, e l'ammontare e il pagamento dei loro stipendi.

Egli ha creato una moltitudine di nuovi uffici, e mandato qui sciami di funzionari a molestare la nostra gente e mangiare i loro sostanza.

Ha mantenuto tra noi, in tempo di pace, eserciti stanziali senza il consenso dei nostri legislatori.

Ha colpito di rendere il potere militare indipendente e superiore al potere civile.

Ha combinato con altri per assoggettarci a una giurisdizione estranea alla nostra costituzione, e non riconosciuta dalle nostre leggi, dando il suo assenso alle loro atti di diritto preteso:

Per i quarti grandi corpi di truppe armate in mezzo a noi:

Per proteggerle, con un finto processo di punizione per gli omicidi da loro dovrebbero impegnarsi contro gli abitanti di questi Stati:

Per interrompere il nostro commercio con tutte le parti del mondo:

Per imporre tasse senza il nostro consenso:

Per privarci in molti casi, del beneficio del Trial by Jury:

Per il trasporto ci là dei mari per essere processato per i reati di finto:

Per abolire il libero sistema delle leggi inglesi in una provincia vicina, istituendovi un governo arbitrario, ed allargando i suoi confini in modo da renderlo all'istante uno strumento di esempio e in forma per introdurre lo stesso sistema assoluto in queste Colonie

Per privarci dei nostri Statuti, abolire le nostre leggi più care ed alterare sostanzialmente le forme dei nostri Governi:

A sospendere i nostri Corpi legislativi, dichiarandosi direttamente investito del potere di legiferare per noi in tutti i casi di sorta.

Egli ha abdicato al governo qui, dichiarandoci della sua protezione e muovendo guerra contro di noi.

Egli ha saccheggiato i nostri mari, devastato le nostre coste, bruciato le nostre città e distrutto le vite del nostro popolo.

Egli è in questo momento trasportando grandi eserciti di mercenari stranieri per compleat l'opera di morte, desolazione e tirannia, già iniziata con le circostanze di crudeltà e perfidia che difficilmente parallelo nelle età più barbare, e del tutto indegne del Capo di una nazione civile.

Egli ha costretto i nostri concittadini, catturati in alto mare a portare le armi contro il loro paese, a diventare i carnefici dei loro amici e fratelli, oa cadere essi stessi per mano.

Ha eccitato insurrezioni interne tra di noi, e ha cercato di portare gli abitanti delle nostre frontiere, i selvaggi spietati Indiani cui ben nota regola di guerra, è una distruzione indiscriminata di ogni età, sesso e condizioni.

In ogni fase di queste oppressioni Abbiamo chiesto di ricorso nei termini più umili: nostre ripetute richieste hanno avuto risposta solo da ripetute offese. Un principe, il cui carattere è contraddistinto da ogni atto che può definire un Tiranno, non di essere il governante di un popolo libero.

Né abbiamo mancato di attenzioni per i nostri fratelli inglesi. Li abbiamo avvertiti di volta in volta dei tentativi del loro legislatore di estendere una giurisdizione illegittima su di noi. Abbiamo rammentato loro le circostanze della nostra emigrazione e regolamento qui. Abbiamo fatto appello al loro innato senso di giustizia e di magnanimità, e li abbiamo scongiurati per i legami della nostra comune parenti di sconfessare queste usurpazioni che inevitabilmente interrompono i nostri legami e corrispondenze. Anch'essi sono stati sordi alla voce della giustizia e della consanguineità. Dobbiamo, quindi, piegarci alla necessità, che denuncia la nostra separazione, e considerarli, come consideriamo il resto dell'umanità, nemici in guerra, in pace amici.

Noi, pertanto, Rappresentanti degli Stati Uniti d'America, in Congresso Generale, Riuniti, facendo appello al Supremo Giudice del mondo per la rettitudine delle nostre intenzioni, nel nome e per autorità del buon popolo di queste Colonie , solennemente pubblicare e dichiariamo che queste Colonie Unite sono, e per diritto devono essere Stati liberi e indipendenti, che sono assolti da tutte fedeltà alla Corona britannica, e che tutti collegamento politico tra esse e lo Stato della Gran Bretagna, è e dovrebbe essere completamente sciolto; e che, come Stati liberi e indipendenti, essi hanno pieno potere di guerra, concludere pace, alleanze di gara, di regolare il commercio, e per fare altri atti e che gli Stati Indipendenti possono di diritto compiere. - E a sostegno di questa Dichiarazione, con ferma fiducia nella protezione della Divina Provvidenza, reciprocamente in pegno le nostre vite, le nostre fortune e il nostro sacro onore.

Okay, I'll Admit, I used Google Translator for most of this.



When in the course of human events it becomes necessary for one people to dissolve the political bands which have connected to another and to assume among the powers of the earth, the separate and equal station to which the Laws of Nature and Nature's God entitle them of this , a decent respect to the opinions of mankind requires that they should declare the causes which impel them to separation.

We hold these truths to be self evident, that all men are created equal, that they are endowed by their Creator with certain unalienable Rights, that among these are Life, Liberty and the pursuit of Happiness. - That to secure these rights, Governments are instituted among Men, deriving their just powers from the consent of the governed, - That whenever any Form of Government becomes destructive of these ends, it is the Right of the People to alter or abolish it, and institute new Government, laying its foundation on such principles and organizing its powers in such form, as they seem more likely that their Safety and Happiness. Prudence, indeed, will the governments of old time have not changed for light and transient causes, and accordingly all experience has shown that men are more disposed to suffer, while evils are sufferable than to right themselves by abolishing the forms to which they are accustomed. But when a long train of abuses and usurpations, pursuing invariably the same object, shows a design to reduce them under absolute despotism, it is their right, it is their duty, to throw off such Government, and to provide new Guards for their future security . - Such has been the patient sufferance of these Colonies, and such is now the necessity which constrains them to alter their former Systems of Government. The history of the present King of Great Britain is a history of repeated injuries and usurpations, all having in direct object the establishment of an absolute Tyranny over these States. To prove this, let Facts be submitted to a candid world.

He has refused his assent to laws most wholesome and necessary for the public good.

He has forbidden his governors to pass laws of immediate and pressing importance, unless suspended in their operation till his Assent should be obtained, and when so suspended, he has utterly neglected to attend to them.

He has refused to pass other Laws for the accommodation of large districts of people, unless those people relinquish the right of representation in Parliament, a right inestimable to them and formidable to tyrants only.

He has called together legislative bodies at places unusual, uncomfortable, and distant from the filing of their public records, for the sole purpose of fatiguing them into compliance with his measures.

He has dissolved Representative Houses repeatedly, for opposing with manly firmness his invasions on the rights of people.

He has refused for a long time, after such dissolutions, to cause others to be elected, whereby the Legislative powers, incapable of Annihilation, have returned to the people at large for their exercise, the State remaining in the meantime exposed to all dangers of invasion from without, and convulsions within.

He tried to prevent the population of these States, for that purpose, obstructing the laws for naturalization of foreigners, refusing to pass others to encourage their migration hither, and raising the conditions of land.

He has obstructed the Administration of Justice, by refusing his Assent to Laws for establishing Judiciary Powers.

He has made Judges dependent on his Will alone for the tenure of their offices, and the amount and payment of their salaries.

He has erected a multitude of new offices, and sent hither swarms of officers to harass our people and eat their substance.

He has kept among us, in times of peace, Standing Armies without the consent of our legislatures.

It affected to render the Military independent of and superior to civil power.

He has combined with others to subject us to a jurisdiction foreign to our constitution, and unacknowledged by our laws, giving his assent to their acts of pretended:

For the fourth large bodies of armed troops among us:

To protect them, with a mock trial of punishment for any Murders which they should commit on the Inhabitants of these States:

For cutting off our Trade with all parts of the world:

To impose taxes without our consent:

For depriving us in many cases, the benefit of Trial by Jury:

For transporting us beyond Seas to be tried for pretended offenses:

For abolishing the free System of English Laws in a neighboring Province, establishing therein an arbitrary government, and enlarging its boundaries so as to render it at once an example and fit instrument for introducing the same absolute in these Colonies

For taking away our Charters, abolishing our most valuable Laws and altering fundamentally the Forms of our Governments:

For suspending our own Legislatures, and declaring themselves invested with power to legislate for us in all cases whatsoever.

He has abdicated Government here, by declaring his protection and waging war against us.

He has plundered our seas, ravaged our coasts, burnt our towns, and destroyed the lives of our people.

He is at this time transporting large Armies of foreign Mercenaries to compleat the works of death, desolation and tyranny, already begun with circumstances of Cruelty and perfidy scarcely parallel in the most barbarous ages, and totally unworthy the Head of a civilized nation .

He has constrained our fellow Citizens taken Captive on the high seas to bear Arms against their Country, to become the executioners of their friends and Brethren, or to fall themselves by their Hands.

He has excited domestic insurrections amongst us, and tried to bring the inhabitants of our frontiers, the merciless Indian savages whose known rule of warfare, is an indiscriminate destruction of all ages, sexes and conditions.

At every stage of these oppressions we have sought to use in the most humble terms: our repeated petitions have been answered only by repeated injury. A prince, whose character is marked by every act which may define a Tyrant, is unfit to be the ruler of a free people.

Nor have we been wanting in attentions to our British brethren. We warned them from time to time of attempts by their legislature to extend an unwarrantable jurisdiction over us. We have reminded them of the circumstances of our emigration and settlement here. We have appealed to their native justice and magnanimity, and we have conjured them by the ties of our common relatives to disavow these usurpations, which inevitably interrupt our connections and correspondence. They too have been deaf to the voice of justice and of consanguinity. We must, therefore, acquiesce in the necessity, which denounces our separation, and them, as the rest of mankind, enemies in war, in peace friends.

We, therefore, the Representatives of the United States of America, in General Congress, Assembled, appealing to the Supreme Judge of the world for the rectitude of our intentions, in the name and authority of the good People of these Colonies, solemnly publish and declare, that these United Colonies are, and of right ought to be Free and Independent States, which are absolved from all allegiance to the British Crown, and that all political connection between them and the State of Great Britain, is and should be completely dissolved and that, as a Member free and independent, they have full power of war, conclude peace, alliances, competition, establish Commerce, and to do other acts which Independent States may of right do. - And for the support of this Declaration, with firm reliance on the protection of Divine Providence, mutually pledge our lives, our fortunes and our sacred honor.


~Kesh Anderson

I tre giorni .... Tre giorni ..... Tre giorni fucking madre fino alla morte!

What the hell does that even mean! Is it a declaration of indepenence or something?

The ip is: 69.126.170.47:25565

Im Co-Owner!!!!

Cathald903-ToiletRollMan
Gold Miner
Gold Miner

Posts : 343
Join date : 2010-12-18
Age : 19
Location : Ireland

View user profile

Back to top Go down

Re: Goodbye....

Post by GoldMine on 2/19/2011, 12:59 pm

Cathald903 wrote:I am leaving the server. I just felt after nearly 3 months i would be higher than Trusted. Thanks to all my friend on the server for being so sound. I am an Admin on a different server now so thanks anyway. I might pop in the very odd time to see how things are and i may be on the forum but i have offically quit Oasis.

Thank you,

Cathald903

Goodbye bro. Its been fun playing with you, hope to see you on every once in a while. Stop bye to say hi :D

GoldMine
Gold Miner
Gold Miner

Posts : 358
Join date : 2010-12-07
Age : 1016

View user profile

Back to top Go down

View previous topic View next topic Back to top

- Similar topics

 
Permissions in this forum:
You cannot reply to topics in this forum